Maura Viceconte – il ricordo di Luciano Duchi

Maura Viceconte è nata il 3 ottobre 1967 a Susa e risiede a Sant’Antonino di Susa con il marito Valter. E’ alta 166 cm per 51 kg di peso ed è stata allenata da Renato Canova. Ha vinto il titolo italiano di maratona nel 1994 a cesano Boscone e nel 1995 a Venezia nonché il terzo posto a squadre ai mondiali di maratona ad Atene nel 1995. Il 1996 è stato il suo anno nero: ritirata alle Olimpiadi di Atlanta con tutte le polemiche con Franca Fiacconi. Nel 1997 arriva terza a carpi con 2.33.31 e poco più di un mese dopo trionfa a Montecarlo con il suo personale di 2.28.16. Il 1998 è un anno ottimo: vince numerose corse su strada e maratonine ed è seconda alla maratona di Los Angeles a marzo, medaglia di bronzo agli Europei di Budapest con 2.28.31 e vince la maratona di Carpi. Nel 1999 vince la maratona di Roma e ottiene il suo personale sui 10.000 mt in 32.05.44.

Altri personali: 9.15.52 sui 3.000 mt, 15.18.80 sui 5.000 mt, 1.10.54 nella mezza maratona. Il suo anno di grazia è il 2000 in cui vince la Roma Ostia in 1.11.07 con record della gara, vince a maggio la maratona di Vienna con l’incredibile tempo di 2.23.47, ottiene il record italiano dei 10.000 mt in 31.05.57 e arriva 12^ a Sideney in 2.29.26. Nel 2002 fa il suo record nella “mezza” vincendo in Francia a Ivry sur seine in 1.09.19 ad Aprile, a Maggio vince in Spagna la mezza di Setubal e subito dopo vince la maratona di Praga con il suo secondo tempo di sempre in 2.26.31. Nel 2002 vince solo la Amatrice Configno.

Maura Viceconte, allenata da quel grande personaggio di Renato Canova, ho cominciato a conoscerla nel 1988 quando a 21 anni corse i 10.000 su pista in 34 minuti.

Nel 1992 a Triggiano di Barletta suo primo risultato importante: arriva seconda nel campionato Italiano di Mezza maratona in 1.12.30, dietro Anna Villani che vince in 1.12.01.

Nel 1994 viene per la prima volta a correre la Roma Ostia e arriva seconda in 1.15.27, dietro la russa Tatyana Oussacheva 1.14.59 e davanti alla romana Lucilla Andreucci 1.15.35, quarta Franca Fiacconi 1.16.14, Silvana Cucchietti 1.17.30, Silvia Carmosino 1.18.14, Loredana Ricci 1.18.28 e Cristina Ricci 1.18.52.

Nello stesso anno vinse sia la mezza di Gargnano con lo splendido personale di 1.10.54 sia la maratona di Cesano Boscone in 2.35.15.

Diventato amico del suo coach Canova e di lei, Maura torna a correre la Roma Ostia nel 1995 e giunge quinta in 1.14.33. Vinse Rosanna Munerotto con il nuovo record della gara di 1.11.36. In quello stesso anno la Viceconte corre i mondiali di mezza maratona a Montbeliard arrivando nona in 1.11.32 e vince la maratona di Venezia nel suo best 2.29.11.

Nel 1996 corre la maratona olimpica di Atlanta e si ritira, con grandi polemiche da parte di…….. Nel 1997 arriva ottava nel mondiale di mezza maratona a Newcastle in 1.12.22 e vince la maratona di Montecarlo in 2.28.16 ed è terza il giorno di san Silvestro a Bolzano.

A marzo del 1998 arriva seconda nella maratona di Los Angeles in 2.34.13, vince quattro mezze italiche e il 23 Agosto 1998 a Budapest, Europei, è bronzo di maratona con 2.28.31 e ad Ottobre vince Carpi in 2.31.23.

Il 21 Marzo 1999 vince la Maratona di Roma in 2.29.36.

Suo anno d’oro è il 2000: il 19 Marzo 2000 vince la Roma Ostia in 1.11.07. Nel mio libro una corsa una vita c’è una mezza pagina dedicata alla Viceconte che parla anche della polemica con Franca Fiacconi. L’atleta, senza dare idea di forzare al massimo vinse nel record della gara, nell’ultimo annop che la gara terminò nello Stadio della Stella Polare di Ostia.

La Viceconte un mese dopo, il 16 Aprile 2000 vinse la mezza di Bologna in 1.10.48 e il 21 Maggio 2000 si aggiudicò la maratona di Vienna nello strabiliante tempo di 2.23.47, preciso un minuto e mezzo sotto il record di Franca Fiacconi a New York 1998 (2.25.17). Il 5 Agosto del 2000, la straordinaria stagione della Viceconte prosegue a Heusden, quando corre i 10.000 su pista in 31.05.57 ancora record italiano. Vince la Amatrice – Configno subito dopo e nella maratona olimpica di Sidney arriva dodicesima in 2.29.26.

Nel 2001 vince con il suo best la mezza di Ivry sur Seine in 1.09.19, prosegue vincendo la mezza di Setubal a Maggio in 1.11.25 e due settimane dopo si aggiudica la maratona di Praga in 2.26.31 (il mese di maggio le portava fortuna in maratona), rivince la Amatrice – Configno e gli assoluti di mezza maratona ad Arezzo il 16 settembre ed è seconda nella Best Woman del 16.12.2001.

A Giugno del 2002 vince a Valmontone gli assoluti sui 10.000 in pista con 32.20.61 e a Monaco di Baviera negli europei è solo dodicesima nei 10.000 con 32.12.66. Rivince a Configno anche nel 2002.

Nel 2003 il 9 Marzo vince la maratona di Napoli in 2.33.36 e dopo un mese arriva seconda a Torino in 2.29.13. Nel 2004 è seconda nella maratona di Treviso che è il suo ultimo risultato importante.

 

LUCIANO DUCHI

Condividi con i tuoi contatti:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Print
  • MySpace
  • del.icio.us
  • Digg
  • Google Buzz
  • Yahoo! Buzz
  • Add to favorites
  • email
  • PDF
  • Live
  • RSS
Huawei RomaOstia